Cosa bisogna sapere quando si affronta una ristrutturazione totale della propria casa

Cosa bisogna sapere quando si affronta una ristrutturazione totale della propria casa

Quando si deve fare una ristrutturazione completa è importante partire con il piede giusto. Ecco quali sono gli elementi fondamentali da prendere in considerazione.

  • Se non sei un esperto di edilizia conviene prima appaltare ad un geometra, architetto o ditta con all’interno una di queste figure “qualificate e affidabili” la gestione del lavoro. In quanto è indispensabile avere le idee chiare su cosa si vuole fare e i tipi di interventi che bisogna eseguire.
  • Il professionista può fare un disegno in base alle tue esigenze, stilare un capitolato, fare un primo calcolo del costo, a quel punto si dovrebbe inviare ad alcune ditte, (non più di 4/5) il capitolato da quotare, è importante che anche la ditta che farà il preventivo veda in loco dove vanno eseguiti i lavori, in questo modo si possono avere i costi esatti dell’intervento da eseguire.

Come scegliere la ditta di ristrutturazione.

Fare una scelta delle ditte a cui inviare il capitolato in base a semplici informazioni.

E’ consigliabile scegliere ditte con sede in un ufficio dove ci si può recare per avere una corretta interazione.

Scegliere ditte con lunga esperienza evitando i neofiti.

Non scegliere ditte che fanno preventivi eccessivamente bassi, se il prezzo è troppo basso dovranno fare qualcosa per ovviare ai loro costi, ne va della qualità nella maggior parte dei casi, esempio ‘’collaboratori non professionali’’ o materiali di bassa qualità.

Fare un contratto firmato che tuteli entrambe le parti con costi fissi e tempistiche di esecuzione ben definite.

Come posso controllare la corretta esecuzione dei lavori in corso d’opera?

Affiderei all’architetto o geometra che ha eseguito il progetto e stilato il preventivo la direzione dei lavori e lo terrei come interlocutore tra me e la ditta esecutrice.

Documenti richiesti per la ristrutturazione

I documenti richiesti sono specifici per ogni comune.

Nello specifico potrebbero essere: estratto mappa catastale e le relative misure,  una relazione geologica, progetti e delimitazione dei confini, certificazione dei vincoli paesaggistici, progetto architettonico, potrebbero essere richieste altre documentazioni ma di base sono questi.

Deve anche essere fatta una dichiarazione di inizio lavori e di fine lavori. Documenti che possono essere reperiti dall’architetto o il geometra.

Detrazioni fiscali per chi ristruttura la casa

Chi può usufruire della detrazione.

Possono usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato. L’agevolazione spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese:

  • proprietari o nudi proprietari
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • locatari o comodatari
  • soci di cooperative divise e indivise
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce
  • soggetti che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali. Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese e siano a lui intestati bonifici e fatture.

RISTRUTTURAZIONE COMPLETA E RISTRUTTURAZIONE PARZIALE

Gli interventi edilizi che modifichino, anche sotto il profilo della distribuzione interna, l’originaria consistenza fisica di un immobile e comportino l’inserimento di nuovi impianti e la ridistribuzione dei volumi, non si configurano come manutenzione straordinaria, ma rientrano nella sfera della ristrutturazione edilizia che è pertanto riconosciuta nella modifica della distribuzione della superficie interna e dei volumi e dell’ordine in cui sono disposte le diverse porzioni dell’edificio anche solo per rendere più agevole la destinazione d’uso esistente, infatti anche in questi casi si configura il rinnovo di elementi costitutivi dell’edificio ed un’alterazione dell’originaria fisionomia e consistenza fisica dell’immobile, incompatibili con i concetti di manutenzione straordinaria e risanamento conservativo, che invece presuppongono la realizzazione di opere che lascino inalterata la struttura dell’edificio e la distribuzione interna della sua superficie.

Manutenzione straordinaria o ristrutturazione edilizia?

E’ stato anche rilevato che costituisce intervento di ristrutturazione e non di manutenzione edilizia, ed è soggetto a contribuzione, quello concretatosi in un insieme di opere con la conseguente realizzazione di un nuovo spazio del tutto diverso dal precedente. Sebbene sia stato considerata ‘’manutenzione straordinaria’’ l’intervento volto ad ampliare un’attività commerciale, precedentemente esercitata, mediante il semplice spostamento interno di tramezze, idonee a realizzare una differente ripartizione dei locali interni, sono stati considerati interventi di ‘’ristrutturazione edilizia’’ quelli non destinati solamente ad assicurare la funzionalità dell’organismo edilizio esistente, ma diretti a realizzare qualcosa di nuovo nel rapporto tra le parti dell’edificio.  Per definire come manutenzione straordinaria un intervento edilizio non è sufficiente che esso miri alla conservazione della destinazione d’uso dell’edificio, occorre che esso, sotto il profilo funzionale, sia diretto alla sola sostituzione o al solo rinnovo di parti dell’edificio, mentre, sotto il profilo strutturale, non comporti modifiche alla consistenza fisica, interna ed esterna, di quella che già esiste.

Condizioni per chiedere la detrazione

Per non far diventare questo articolo lunghissimo, Clicca qui di seguito per leggere l’articolo, dell’Agenzia delle Entrate, dedicato a: Condizioni per chiedere la detrazione.

Richiedi assistenza ad un nostro esperto, prenota subito, una chiamata per ricevere supporto immediato.
Servizio GRATUITO e senza impegno!

Chiedi un Contatto senza Impegno!